Lettera inviata da Francesca Battaglia
francesca@elbasun.com

Dedicato ai bambini del mondo

Con questi miei versi vorrei sensibilizzare un po' l'opinione di tutti, alle volte si tace di fronte all'inevitabile per non esporsi, perché si ha paura delle critiche, per nascondere la vergogna, alle volte non si vuole credere all'evidenza, ma io per quanto può sembrare assurdo, lo capisco, anche se rimango nella convinzione assoluta che se qualcuno avrebbe toccato mia figlia, l'avrei denunciato senza vergogna, perché la cosa peggiore è essere innocenti, non venire creduti e sentirsi soli, indifesi e se poi è un bambino a subire queste cose, è ancora peggio, perché anche i "grandi" chiusi nel loro mondo, pensano a se stessi, ma non al bambino maltrattato, cercando soluzioni per non essere troppo coinvolti, dunque una volta di più difendiamo Abele.

Un saluto Francesca Battaglia

Poesia per un bambino maltrattato

Non temere, bimbo mio il lupo cattivo
esiste solo nelle favole,
vai, corri nei giardini fioriti
sono qui, vicino a te
ti guardo, ti proteggo.

Non temere bimbo mio se hai paura del buio
ti accendo la luce ti farà compagnia
e dormirai tranquillo
al suono di una dolce ninnananna.

Ma come potrò proteggerti
dall'angelo che si aggira intorno trasformandosi in diavolo?

Guardingo, all'erta sta lì,
aspettando il momento propizio per agire.

Ti brama, ti osserva
poi con fare guardingo arriva e agisce
contro l'impotenza di chi lo circonda
e quando noti i suoi graffi è tardi.

Il tuo cuore già sanguina bimbo mio
e non sono riuscita a proteggerti
e insieme al tuo
sanguina anche il mio di cuore,
piange lacrime amare
perché non ha saputo vedere
il male annidato nell'impensabile.


Home ElbaSun
www.elbasun.com