Curarsi con le pietre

In India le gemme vengono usate come rimedio terapeutico da tempo immemorabile. Purtroppo però il vasto pubblico occidentale non ha potuto godere dei vantaggi di questo sistema terapeutico in quanto le medicine di gemme sono molto più costose delle più costose medicine prodotte in Europa ed in America.

Fino al secolo scorso per ottenere delle medicine dalle pietre preziose queste ultime venivano bruciate e ridotte in cenere, chiamata buasma.

Solo negli ultimi anni si e' scoperto un metodo completamente nuovo, che estrae omeopaticamente il potere curativo delle gemme senza doverle distruggere.

In questo modo le medicine possono essere somministrate sotto forma di globuli , con un costo estremamente contenuto.

Vediamo ora quali sono i principi sui quali si basa questo tipo di medicina alternativa, principi molto simili anche alla cromoterapia, la cura attraverso i colori.

In ogni epoca in tutto il mondo, gli uomini hanno sempre ammirato lo strano fenomeno dell'arcobaleno, senza tuttavia afferrarne il profondo significato e la sua utilità nella vita.

Nonostante la sua natura transitoria esso appare sempre formato dagli stessi colori, sempre nello stesso ordine. viola, indaco, blu, verde, giallo, arancione e rosso indicati per praticità in questo modo ViIBV e GAR che uniti insieme formano la luce.

Anche se non direttamente visibili ai nostri occhi, possiamo dire che tutto ciò che esisté in questo mondo, inanimato o animato, sia costituito dall'insieme di queste sette colori.

Per rendercene conto basta osservare un qualsiasi oggetto attraverso un prisma che ha la capacità di scomporre la luce nei diversi colori, potremmo notare che non esiste qualcosa in questo universo che non sia avvolto dai colori ViIBV e GAR, compresi noi stessi. Le pietre preziose possono essere considerate una condensazione dei colori dell'arcobaleno. Se le osserviamo attraverso un prisma noteremo che ciascuna di esse riflette un particolare colore.

 

Nella gemmoterapia i colori generalmente categorie: caldi e freddi. I colori rosso, giallo forze calde della natura, i colori arancione, rappresentano invece le forze fredde. sono suddivisi in due e blu rappresentano le verde, indaco e viola.

Esempio:

se poniamo, osservassimo una persona con febbre molto alta attraverso un prisma noteremmo come i colori freddi siano molto più deboli essendo molto alta la temperatura del corpo. Se in quel momento ci fosse la possibilità di irradiare la persona con delle forze fredde o di somministrarle sotto forma di medicina, allora il paziente guarirebbe.

Ogni malattia si manifesta attraverso l'indebolimento o il rafforzamento di uno o più di questi sette colori, o di una combinazione di essi.

Le gemme principali sono una miniera inesauribile di raggi cosmici e presentano ciascuna un solo colore allo stato puro (che può essere diverso dal suo colore naturale).

Ad esempio il diamante visto attraverso un prisma riflette il colore indaco ed è proprio in questo modo che anche i commercianti di pietre preziose si assicurano dell'autenticità della pietra.

Inoltre le gemme non esauriscono mai i loro raggi e quindi raramente devono essere sostituite.

Il modo più semplice e pratico per estrarre dalle gemme i loro raggi "curativi" è quello di lasciarle immerse per alcuni giorni nell'alcool o nell'acqua. L'alcool ne assorbe le proprietà molto facilmente. Questo successivamente verrà fatto assorbire da globuli neutri di zucchero in modo da ottenere delle medicine da prendere oralmente.

I colori e quindi le proprietà benefiche delle gemme possono anche essere trasmessi ad una persona, facendo vibrare le pietre ad una frequenza molto alta. Ciò può essere fatto ponendo la pietra su di un disco che vibra almeno alla velocità di 3000 vibrazioni al minuto.

A parte l'India, anche in Egitto e nell'antica Babilonia esistono testimonianze in cui le pietre o meglio i colori delle pietre venivano usati per differenti scopi.

Sottolineando il fatto che per chi decida di curarsi con le pietre è sicuramente necessario affidarsi ad un buon medico ayurvedico essendo infatti determinante la diagnosi e la scelta delle relative pietre da usare, vorrei elencare alcune proprietà specifiche che le sette pietre principali hanno.

Nel caso quindi che non si tratti di malattie gravi o multiple (n~l senso che la loro causa non è chiaramente identificabile) ognuno personalmente potrebbe almeno sapere quale pietra potrebbe essere utile o meno.

Anche semplicemente montata su di un anello o un ciondolo, purchè tocchi la pelle o più semplicemente possa filtrare i raggi del sole sul corpo, ciascuna pietra ha delle proprietà specifiche e, anche in questo modo, può apportare dei benefici seppure a lungo termine.

Corallo (raggi cosmici gialli)

Sebbene ad occhio nudo il corallo sembri rossiccio, osservato col prisma emette raggi chiaramente gialli. Sono raggi caldi che asciugano la spessa linfa del corpo umano e nutrono il tessuto del midollo osseo. I suoi raggi sono necessari alle persone inclini a malattie come: problemi di stomaco, costipazione, eczemi, diabete e problemi di fegato.

Diamante (raggi cosmici indaco)

Il diamante è una concentrazione dell'indaco. Nel corpo umano l'indaco rappresenta tutta la linfa spessa, compresa la tosse, il muco, le secrezioni dense, lo sperma. Secondo la medicina ayurvedica il diamante è la pietra più completa ed è quindi una buona medicina per le malattie più difficili dove esiste nell'individuo uno squilibrio più esteso e non localizzato. Questa pietra si rivela molto efficace nelle malattie degli occhi, naso e orecchie, nelle malattie dei polmoni, pertosse e tonsilliti, dispepsia, convulsioni infantili, ossessioni e ogni forma di pazzia.

Perla (raggi cosmici arancione) !GEM_3.GIF (403 byte)

La perla emette onde fredde di colore arancione, i suoi raggi sono molto legati alle secrezioni sottili del corpo umano. Quando si deve combattere il calore si possono usare con fiducia i suoi raggi. Se il sangue, i tessuti, le ossa, il grasso richiedono umidità, la perla è adatta. E' utile nelle seguenti malattie: le perle vengono usate prevalentemente per l'asma cronica, nelle febbri flemmatiche, nelle bronchiti, nei reumatismi cronici e nelle infiammazioni renali.

!GEM_3.GIF (403 byte) Rubino (colore cosmico rosso)

Il rubino è caldo ed emette onde calde, sotto forma di raggi rossi che sono in grado di curare malattie derivate dal freddo. I suoi raggi svolgono il loro potere sull'umidità, e quindi svolge un'influenza speciale su tutto il sistema delle ossa. E' una pietra più adatta a soggetti predisposti a problemi di circolazione del sangue, anemia, debilitazione fisica, stanchezza e deficienze circolatorie. Inoltre il rubino si è dimostrato utile nei casi di collasso imminente, senza polso, con una traspirazione profusa ed il corpo freddo.

Smeraldo (raggi cosmici verdi)

Lo smeraldo emette raggi freddi di colore verde. Da questo colore dipende lo stato di salute delle sostanze "pesanti"del corpo cioè: la carne, le ossa, il fegato, la milza, l'intestino e i reni. Efficace per queste malattie: problemi cardiaci, alta pressione sanguigna, ulcere, mal di testa nevralgie ed influenze.

!GEM_3.GIF (403 byte) Zaffiro blu (colori cosmici viola "rosso+blu") !GEM_3.GIF (403 byte)

I raggi viola governano tutto il sistema nervoso e le malattie della pelle. Disordini nervosi e mentali, nevrosi, nevralgia, sciatica e malattie del cuoio capelluto, ulcere della pelle e del tessuto muscolare e altre malattie della pelle.

Opale

Pietra più usata per ogni malattia degli occhi.

Pietra di luna, topazio, zaffiro giallo, cristallo (raggi cosmici blu)

Queste gemme osservate attraverso il prisma emettono raggi blu, raggi che infondono energia. Agiscono prevalentemente sulle ghiandole e sui tessuti.
Sono necessari per curare tutti i problemi di gola, laringiti, gozzo, raucedine, dissenteria, diarrea, infiammazioni intestinali, coliche, mestruazioni dolorose, insonnia.

Onice zircone (raggi cosmici ultra-violetti)

L'onice è un concentrato di raggi ultra-violetti. Questi sono i raggi cosmici più freddi e quindi devono essere usati nei casi in cui il paziente soffre di malattie dove ci sia un eccesso di calore.
Esempio: iperacidità, bruciore di stomaco. L'onice aumenta l'appetito e migliora la digestione.

Occhio di gatto (raggi cosmici infra-rossi)

I raggi infra-rossi sono quelli più caldi e possono essere usati in casi veramente cronici o terminali, ad esempio cancro o paralisi. Altre malattie che rispondono bene agli infra-rossi sono: debolezze nervose e malattie dell'utero.

Un metodo molto vicino alla gemmoterapia è la cromoterapia (cura attraverso i colori) in quanto anch'essa considera i colori un mezzo efficace che permette all'energia vitale di produrre nell'organismo uno stato che faciliti di molto l'autoguarigione.
La cromoterapia non prende in considerazione solo i colori cosmici tratti dalle sette gemme principali ma l'uso generale dei colori a scopo terapeutico.
La domanda che sorge spontanea è: ma in che modo i colori guariscono? Ecco alcuni esperimenti che medici e studiosi hanno effettuato a questo riguardo.

GEMROS1.GIF (353 byte) Esperimento del Dr. Jules Regnault: un vetro rosso posto davanti a un occhio provoca delle variazioni delle pulsazioni.

GEMROS1.GIF (353 byte) Esperimento Rife: la proiezione di raggi colorati su microrganismi (batteri e virus) causa un cambiamento di colore in tali organismi.

GEMROS1.GIF (353 byte) Esperimento di Ott: nel '75 l'Istituto di ricerche sul cancro di Buffalo (USA) ha fatto notevoli progressi sugli effetti che i colori hanno sull'evoluzione dei tumori.

GEMROS1.GIF (353 byte) Esperimento del Dr. Lucey: questo medico ha stabilito un metodo efficace per curare l'itterizia congenita in alcuni soggetti attraverso proiezioni di luce colorata.

I colori dunque influenzano il nostro organismo e la nostra psiche. Per usufruire delle loro proprietà terapeutiche esistono dei metodi semplici ed efficaci. Ad esempio esporsi giornalmente a raggi di luce di lampade colorate o a raggi del sole riflessi attraverso vetri colorati o, ancora più semplicemente, bere acqua lasciata per alcune ore in bottiglie di vetro colorate o addirittura indossare vestiti del colore adatto a curare i nostri problemi.

La cromoterapia non cerca di guarire i sintomi, ma piuttosto di migliorare lo stato generale e le esigenze particolari di ognuno.

Certi colori eccitano il corpo e altri lo calmano.

Alcuni colori come il rosso, l'arancione e il giallo sono astringenti (una stanza dipinta in arancione sembra più piccola), altri colori sono dilatanti come l'azzurro e il violetto.

L'azzurro aiuta ad aprirsi verso l'esterno e il rosso stimola la concentrazione.

ElbaSun

Home ElbaSun

www.elbasun.com - il sito del SOLE
Copyright© ElbaSun